Sito sezione

Organigramma

Sottocommissioni

Presentazione

Calendario

Storia

Libro verde

Esercitazioni

Emergenze

Articoli vari

Volontari

Iscriviti

Documenti

Monitoraggio e Meteo

Contatti

Foto

Facebook

Link

Home

 

 

Breve storia del Nucleo di P.C. della Sezione ANA di Piacenza

Il primo passo per la nascita di una struttura di protezione civile all’interno della Sezione di Piacenza dell’Associazione Alpini fu compiuto all’inizio del 2000 dal C.d.S., con la nomina di una apposita commissione di lavoro, formata da cinque elementi di diversi gruppi e riunitasi per la prima volta il 6 maggio dello stesso anno. Da quel momento la commissione operò attivamente prima di tutto informandosi presso la Sede Nazionale riguardo ai passi da compiere a livello burocratico-legislativo, quindi cominciando a conoscere le realtà delle altre sezioni dell’Emilia Romagna, ed infine iniziando il “reclutamento” dei primi volontari intenzionati a far parte della nuova struttura.

Portando avanti il lavoro con tenacia alpina, nonostante non mancassero alcuni elementi piuttosto tiepidi all’interno della Sezione, la commissione, sempre appoggiata con entusiasmo dal presidente Carlo Fumi, arrivò finalmente, il 21 luglio 2001, a far nascere a livello ufficiale il Nucleo di protezione civile della nostra sezione, con l’iscrizione presso la Sede Nazionale dei primi 15 volontari. A questo punto prese avvio il secondo stadio dello sviluppo, volto all’acquisto della prima parte dell’equipaggiamento (in particolar modo le tute individuali), all’incremento del numero dei volontari ed all’inizio effettivo dell’attività.

Questa fase, continuata per tutto il 2002, portò il Nucleo a partecipare alle esercitazioni di protezione civile periodicamente organizzate dal II Raggruppamento ANA, effettuando così lavori di prevenzione e ripristino, solitamente a livello boschivo, a Lecco, Morbegno, Reggio Emilia, dove lo spirito alpino dei volontari permise di superare diversi problemi legati all’iniziale mancanza di attrezzature. Inoltre, per poter intervenire anche sul nostro territorio, il Nucleo iniziò ad effettuare la manutenzione annuale di due sentieri realizzati dal CAI, situati uno nella zona della Pietra Parcellara e l’altro nelle vicinanze dei monti Lama e Menegosa.

La fine del 2002 e l’inizio del 2003 segnarono un nuovo salto di qualità per il nostro protezione civile, con la partecipazione al primo intervento in emergenza, conseguente al terremoto in Molise, e con l’acquisto del primo automezzo da destinare all’attività, reso possibile dall’iscrizione all’Associazione che raggruppa le strutture di protezione civile delle sezioni emiliano-romagnole dell’ANA.

La tenacia del nuovo presidente Bruno Plucani ha poi portato, nel 2003, al superamento di alcuni inconvenienti che avevano impedito l’anno prima l’iscrizione al registro provinciale del volontariato, permettendo così ai nostri volontari di poter operare ufficialmente anche sul territorio piacentino; ed in effetti, nella seconda metà del 2003 i nostri alpini hanno partecipato ad un intervento su più giornate lavorative organizzato dalla Provincia e condotto sul fiume Trebbia.